Quando scriviamo una domanda di lavoro significa che stiamo cercando lavoro, magari nessuno ci cerca, nessuno domanda di noi per un lavoro… Invece ci sono alcune eccezioni, alcune categorie di professioni per le quali è vero il contrario!
Proprio così, ci sono persone che ricevono inviti a presentarsi al colloquio, e sono loro stessi che fissano il l’appuntamento all’azienda per capire se vorranno collaborare oppure no. Non stiamo parlando di figure ambigue uscite da un film di azione, ma di figure professionali tranquillamente raggiungibili. Ad esempio in informatica, un mare magnum, si sono create numerose specializzazioni tecniche che sono super ricercate dalle aziende di tutto il mondo; queste persone sono tecnici, altri programmatori, altri ancora sistemisti e persino responsabili di progetto.
Nell’ esempio appena citato dell’informatica, che è una macro categoria dove dentro c’è di tutto, si avanza spesso di carriera con l’esperienza e con le certificazioni su piccoli spicchi di tutto il sapere. La laurea è solo il punto di partenza e la maggior parte delle volte non ha neppure una grande importanza. Conosco personalmente personaggi che raggiungono guadagni annuali con diversi zeri e sono solo diplomati, ma al seguito possono spendere centinaia di ore di esperienza e certificazioni di grandi produttori internazionali.
Il concetto è: Sai risolvere (e siete in pochi che lo sapete fare) un problema particolare nel migliore dei modi, e sai farlo velocemente ovunque nel mondo? 
Se sì hai il lavoro assicurato ed il portafoglio sempre pieno. Torneremo ancora su questi argomenti per capire più in profondità come funziona il meccanismo e come molti studenti dovrebbero parlare con  consulenti esperti prima di intraprendere percorsi di studi lunghi e complessi che non garantiscono opportunità di lavoro idonee al sudore versato.